GRAN BALLO CHAMPIONS, MANCANO IN TRE E LA JUVE E’ L’UNICA CON IL LIVERPOOL, LE VALUTAZIONI DELLE URNE

di Massimo Pavan
Vedi letture
Foto

Momento del sorteggio dei quarti di finale, al gran ballo Champions sono state invitate otto formazioni che rappresentano il meglio del calcio europeo, con alcune eccezioni.

In particolari mancano tre delle migliori formazioni mondiali, Psg, Real e Bayern di Monaco che sono state escluse dalle migliori otto. L'eliminazione che fa maggiore clamore è quella del Real Madrid che ha perso dopo l'andata vittoriosa ad Amsterdam, i terribili olandesi hanno fatto quasi un mezzo miracolo a superare il Real sfruttando anche alcuni episodi favorevoli.

L'altra esclusa di lusso è il Psg che con Neymar, Mbappè, Cavani ma anche lo stesso Buffon è uscita contro il Manchester United sicuramente sfavorita dopo lo 0-2 di Manchester. Incredibile rimonta che insegna che tutto in Champions è possibile.

Infine il Bayern Monaco con il calcio tedesco che esce da questa competizione, come quello francese. Un brutto colpo per le ambizioni dei bavaresi che in questi anni si sono un pò fermati a Ribery, Robben, Lewandowski e non si sono evoluti. Errori di valutazione che li hanno fatti uscire dalle migliori squadre europee. Questa volta sono usciti con il Liverpool, ma dopo lo 0-0 dell'andata era lecito aspettarsi di più.

Se sono uscite tre big, ci sono tre sorprese. Ajax, una di queste, la seconda è il Porto, formazione forse più debole del lotto, capace però di giocarsela alla pari con la Roma ed infine il Tottenham, formazione che sta crescendo ma che forse ha meno mezzi delle altre.

Il Manchester United, rosa alla mano non può considerarsi una sorpresa, piuttosto, per lei vale la considerazione pre e post Mourinho, con il portoghese che ha fatto i danni che Solskjer è stato in grado di recuperare.

Oltre a queste, come detto, tre big, Liverpool, Barcellona e City.

Il Liverpool è quella che ha affrontato insieme alla Juventus, Ajax e United, le formazioni più forti. Il Bayern poteva essere insidioso, come l'Atletico. I Reds, tuttavia, hanno meritato, con un attacco straordinario. Forse, alla luce dei sorteggi precedenti, Juventus e Liverpool meriterebbero un sorteggio più favorevole. Dalla parte opposta City e Barcellona sono andate sul velluto e forse meriterebbero una sfida dei quarti più all'altezza.

A livello di valutazione di difficoltà, le squadre possono essere così analizzate.

PORTO - DIFFICOLTA' BASSA ** -  una squadra insidiosa in casa, meno fuori. Commette errori in difesa anche se ha un ottimo portiere come Casillas ed un difensore emergente come Militao. Otavio e Corona, sono ottimi esterni, Marega è un attaccante potente mentre a centrocampo si punta su Herrera, campo esterno insidioso, il Dragao è uno stadio difficile, la Juventus vinse anni fa ma con un uomo in più, espulso quel Telles che ora è cresciuto molto.

AJAX - DIFFICOLTA' MEDIA *** - una formazione che ha fatto l'impresa eliminando il Real Madrid. Giovani ragazzi, terribili, Ziyech attaccante pericolosissimo, ma non solo, Dusan Tadic ottimo attaccante tornato a casa, come l'esperto ma giovane Daley Blind, perno della difesa insieme a De Ligt che piace alla Juve ed al Barcellona, come De Jong, ormai promesso sposo blaugrana. 

MANCHESTER UNITED - DIFFICOLTA' MEDIA ***  - la Juventus conosce bene questa squadra, i predg con De Gea in porta, Pogba a centrocampo ed il rinato Lukaku, così come Rushford, ma anche i difetti di una difesa che a volte si distrae ed ha esterni non fortissimi.

TOTTENHAM - DIFFICOLTA' MEDIO-ALTA **** - formazione pericolosa che cerca la rivincita sulla Juve, i talenti sono sempre quelli dello scorso anno. Kane, sempre fortissimo, com Eriksen, talento danese del centrocampo, Son, coreano veloce che ha già bruciato la Juve in passato e Llorente. Difesa perforabile.

LIVERPOOL - DIFFICOLTA' ALTA**** - una delle formazioni più pericolose, da evitare per i trascorsi che tutti conosciamo di Bruxelles. ll trio Salah-Firmino-Manè,è il punto di forza della squadra perchè veloce e totalmente imprevedibile, in difesa Van Djik baluardo ed un portiere come Alisson tra i pali che ha risolto i problemi della scorsa stagione. Meno forte sembra il centrocampo, ex di turno sarebbe Emre Can.

MANCHESTER CITY - DIFFICOLTA' ALTA ***** - di Guardiola conosciamo tutto, una formazione che è varia come il suo mister, alla ricerca della consacrazione Europea anche a Manchester. Aguero è la stella poi il giovane Sanè, Sterling ma anche David Silva. Hanno un buon portiere ma anche loro in difesa concedono qualcosa.

BARCELLONA  - DIFFICOLTA' ALTISSIMA *****+  - la formazione più forte in assoluto, del resto dopo il Real Madrid sono loro la squadra da battere, da sempre, Messi il fenomeno, ma non solo lui. I ricordi di Berlino, sono ancora freschi, Suarez, Coutinho e Dembelè confermano la forza di un attacco stellare, in cui manca qualcosa a centrocampo dove Rakitic è il sopravvissuto del mitico trio con Iniesta e Xavi. Busquets e Piquè sono i centrali, Jordi Alba e Sergi Roberto le forze esterne. Il portiere Ter Stegen fa il suo, la formazione è forte, sarà comunque la squadra da battere, meglio non incontrarla.

segui Massimo Pavan su twitter per essere sempre aggiornato su tuttojuve e su quanto accade nel mondo Juventus 


Altre notizie