ESCLUSIVA TJ - Roberto Galia: "Allegri dovrà esser bravo a gestire i calciatori per il mese di aprile. Samp? Partita interessante, occhio a Muriel"

di Mirko Di Natale
articolo letto 5053 volte
Foto

La nostra redazione ha contattato telefonicamente, in esclusiva, il doppio ex della sfida di questo pomeriggio al Marassi, Roberto Galia, che ricorda con piacere le sfide giocate con indosso le due maglie: "Con la Samp ho fatto gol alla Juve, con la Juve ho fatto gol alla Samp (ride ndr), per cui conservo sicuramente dei bei ricordi. Mi sono trovato bene con tutti i compagni avuti. Ho marcato persino Platinì - racconta a TuttoJuve.com -, l'avversario più forte. Con i doriani riuscimmo a vincere a Torino, mentre coi bianconeri trovammo la Sampdoria che poi vinse il campionato. Li affrontammo quando il loro stadio era in costruzione per i mondiali di Italia 90".

Buongiorno Roberto, cosa ci dobbiamo aspettare questo pomeriggio?

"Sarà una partita molto interessante: la Samp è in un buon momento di forma e sta giocando bene, non ha niente da perdere vista anche la classifica; la Juventus ha un buon margine sugli inseguitori e dovrà fare risultato per tenerli lontano. Gli aspetti e le dinamiche tra le due squadre sono diversi, ma spesso la squadra blucerchiata ha dato fastidio alla Juve".

Visto poi anche il sorteggio di ieri, la Juve vorrà conquistare in fretta il sesto titolo consecutivo per giocarsi poi tutto in Europa...

"Sicuramente sì, ha anche il ritorno in coppa Italia (col Napoli ndr) e quindi in campionato dovrà accumulare più punti possibili per poter mantenere il vantaggio. La rosa a disposizione del mister è di alta qualità, Allegri dovrà esser bravo a gestire le risorse che ha. Bisognerà alternare i giocatori per conservare le energie per il prossimo mese di aprile".

Individui un particolare protagonista nel match odierno?

"Muriel è il calciatore simbolo di questa Samp, è un attaccante bravo sia a far gol che a fornire assist. Sta portando risultati positivi alla sua squadra. Anche l'altro attaccante, Schick, sta facendo bene quando entra".

La Juve è una squadra abituata a gestire, ma in Champions si troverà una squadra non abituata a farlo. Tu cosa pensi a riguardo? Quale sarà l'atteggiamento giusto che consentirà di affrontare ad armi pari questo Barcellona?

"Visto i risultati fatti dal Psg e le squadre affrontate dal Barcellona, penso che la Juventus in casa dovrà fare una partita d'attacco e di aggressione. Ha nel suo dna soprattutto la seconda caratteristica e i catalani potrebbero soffrire questo. Tutto dipenderà dalla forma con cui arrivi in quei due scontri, qualcuno potrà esser sottotono e non al massimo. A quei livelli sanno come affrontare questa sfida, magari salterà fuori un calciatore che non ti aspetti. Modulo? Prima di questo modulo non stavano giocando male e vinceva, ora lo fa molto meglio. Non so se adotterei lo stesso schema con il Barcellona, sono tante le incognite e bisognerà esser bravi ad esprimere le proprie potenzialità".

Si ringrazia Roberto Galia per la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.


Altre notizie
Domenica 25 Giugno
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI