ESCLUSIVA TJ - Massimiliano Bruno: "Bello essere juventini a Roma perchè li battiamo sempre. Juve? Preferivo quella di Conte. Con il Barça fuori con onore"

di Mirko Di Natale
articolo letto 10948 volte
Foto

Sulla cresta dell'onda per il suo ultimo film diretto, "Beata Ignoranza", la nostra redazione ha contattato, in esclusiva, il regista, sceneggiatore ed attore, Massimiliano Bruno, per parlare della sua squadra del cuore. Per chi non lo conoscesse o non lo ricordasse, si è fatto conoscere al grande pubblico grazie alle sceneggiature di successi come "Notte prima degli esami", "Ex", "Maschi contro femmine", "Viva l'Italia" e sul piccolo schermo interpreta alla perfezione la parte di Borromini nella serie cult "L'ispettore Coliandro":

Buongiorno Massimiliano, come nasce la tua passione per la Vecchia Signora?

"Mio padre, grande tifoso juventino, venne a Roma dalla Calabria negli anni ’50. Quando sono nato mi ha avvolto nella bandiera della Juve e così ho iniziato ad appassionarmi alla squadra di famiglia. Io e i miei fratelli siamo grandi tifosi".

Come è essere juventino in una città come Roma?

"Bellissimo… Li battiamo sempre".

Da tifoso, hai vissuto molte Juventus: quella del Trap, di Lippi, di Capello, di Conte e questa di Allegri. Quale senti più tua?

"Forse quella del Trap perché ero ragazzo e collezionavo le loro figurine. Le imprese di Scirea, Cabrini, Tardelli e Rossi non la dimenticherò mai, perchè fu quella Juve a fornire l’ossatura dei campioni del Mondo 82. Ma se penso a Lippi, Vialli e Del Piero mi commuovo".

Come la giudichi quest'anno? Chi ti sta più convincendo?

"E’ una buona Juve, non la migliore che abbia visto. Preferivo la Juve di Conte. Mi piace la sicurezza di alcuni giovani come Rugani e Dybala".

L'urna di Nyon ha decretato il Barcellona come il prossimo avversario europeo. Come hai accolto la notizia? Quante chance ha la Juve di superare il turno?

"Ci sono rimasto male. Se avessimo avuto più fortuna saremmo andati in semifinale perchè, secondo me, con il Barcellona pochissime chance. Credo che saremo eliminati ma con onore, come l’anno scorso".

Da poche settimane è uscito al cinema la tua ultima fatica, "Beata Ignoranza", di cui sei stato il regista e lo sceneggiatore. C'è un calciatore bianconero che vorresti come attore per un tuo film?

"Mi piacerebbe Sergio Brio, mi è sempre stato simpatico".

Si ringrazia Massimiliano Bruno per la gentilezza e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI