ALLEGRI, SFOGO E SEGNALE PER IL FUTURO

di Massimo Pavan
articolo letto 16155 volte
Foto

Massimiliano Allegri come non l'avete mai visto o quasi, è bastato un pallone non gettato fuori con i tempi giusti per provocare la reazione del mister bianconero che dopo Doha, in cui era veramente arrabbiato per la sconfitta e dopo Carpi, quando aveva gettato a terra la giacca rimanendo al freddo e al gelo in camicia, aveva in passato superato la soglia del self control.

REAZIONE CHE PIACE -  ai tifosi la reazione è piaciuta molto, è simile a quella rabbia agonistica che molti tifosi hanno avuto ieri nell'azione che vedeva a terra Dani Alves e che richiedeva maggior attenzione. Una rabbia agonistica che avvicina Allegri al suo predecessore, che proprio per questa caratteristica molto umana era amato dal popolo. Allegri è caratterizzato da maggior pacatezza ma questa umanità, questa voglia di vincere piace tantissimo al popolo zebrato che ormai da tempo ha imparato ad amare il tecnico livornese tanto quanto l'illustre predecessore che tanto aveva vinto prima di lui.

SEGNALE PER IL FUTURO - la reazione di domenica pomeriggio potrebbe anche rappresentare un importante segnale per il futuro da parte di mister Allegri, la voglia di vincere c'è ancora ed è tanta e gli obiettivi sono importantissimi. Marotta ha confermato che l'intenzione di confermare Allegri c'è tutta, bisogna solo mettersi a sedere. L'impressione è che si possa veramente continuare insieme, con una squadra ancora più forte, per tentare l'assalto all'Italia e all'Europa con quella Champions da inseguire quest'anno e qualora andasse male, riprovarci l'anno prossimo.

<p><strong><a href="https://twitter.com/pavanmassimo?lang=it"><img alt="" src="https://pbs.twimg.com/profile_images/424741499528806400/k_CMwZBi.jpeg" style="height:30px; width:30px" />@pavanmassimo&nbsp;clicca sulla foto e segui Massimo su twitter per essere sempre aggiornato su tuttojuve e su quanto accade nel mondo zebrato</a></strong></p>
 


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI