ESCLUSIVA TJ - Emanuele Belardi: "Juve cannibale e cinica, discorso Scudetto già chiuso. Donnarumma? Non giocherebbe in bianconero finchè c'è Gigi"

di Mirko Di Natale
articolo letto 8027 volte
Foto

La Redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, il doppio ex di Juventus ed Udinese, Emanuele Belardi, per parlare del match di domenica pomeriggio e non solo:

Buon pomeriggio Emanuele, come l'Udinese può mettere in difficoltà questa Juventus?

"L'Udinese che ho visto a sprazzi quest'anno è una squadra con Delneri si è organizzata molto, ha delle buone individualità ma quando giochi contro la Juve dipende sempre come la trovi. E' un po' dura per tutti affrontarla, i padroni di casa dovranno essere bravi a giocare in ripartenza non sbagliando nulla".

Juventus che ha tutto da guadagnare in questa giornata, visto l'incrocio tra Roma e Napoli...

"Il discorso scudetto è già bello che chiuso, perchè la Juve ha acquistato negli ultimi anni delle certezze che poche squadre in Europa. I bianconeri potrebbero gestire questa partita pensando anche ad un pareggio, ma conoscendola penso che vorrà esser cannibale come sempre. E' molto cinica, su tre tiri spesso fa tre gol".

Parlando di Udinese, cosa pensi di Scuffet?

"Dispiace molto, ad oggi è una meteora. In quella parte di campionato dove, buttato nella mischia, fece veramente molto bene e si fece il paragone con Buffon. Non ha poi mantenuto le aspettative, ma è un ragazzo giovane che spero possa rialzarsi e dimostrare quello che vale".

L'appellativo di 'nuovo Buffon' è stato dato a parecchi giovani in questi anni, da Scuffet a Donnarumma...

"Negli ultimi anni, l'asticella dei portieri italiani si è alzata e i giovani interessanti si stanno mostrando sia in Serie A che in Serie B. Andrei piano a fare questi paragoni, Donnarumma è nell'anno della consacrazione e prima di fare il paragone con Gigi facciamo passare qualche anno".

Donnarumma è stato accostato alla Juventus a più riprese. Consiglieresti al ragazzo di andare a Torino l'anno prossimo?

"Se Donnarumma va alla Juve l'anno prossimo, non gioca. Un portiere giovane prima di andare alla Juve deve aspettare che Gigi decida di smettere, perchè il Buffon che vedo adesso è ancora il numero uno sia a livello fisico che a livello mentale. Vuole arrivare al Mondiale sicuro, lo sta affermando con i fatti e non con il nome".

Un po' quello che sta succedendo a Neto in bianconero...

"L'ex viola è un bravo portiere, la Juve da società seria impiega Neto nelle sfide di Coppa Italia per far rifiatare il titolare. Sarà già pronto fisicamente quando, ad esempio, Buffon sarà infortunato. Questo è un discorso che non tutti fanno, ad esempio il Napoli impiega Reina, bravissimo portiere, gioca sempre in ogni competizione. Gli altri due portieri del Napoli, professionisti che vengono pagati, che parte fanno in tutto ciò? Penso sia un discorso di armonia questo, è giusto che si sentano anche loro calciatori".

Si ringrazia Emanuele Belardi per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI