Ag. Rugani: "Piaceva all'Arsenal. Juventus coerente nel trattenerlo"

di Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Foto

L'agente Davide Torchia, presente a Milano in occasione della riunione dei procuratori, ha parlato al microfono di Tuttomercatoweb.com.

Il presente e il futuro di Rugani? "Già da qualche tempo aveva qualche problema, ma ha stretto i denti per le gare importanti. Poi i medici l'hanno messo a riposo, è indisponibile da tre settimane ma ora sta meglio e per il futuro è già arrivato questo rinnovo. Al di là dei contratti, perché hanno valore economico, ma anche una certa importanza tecnica. La Juve può prendere chiunque, ma se ci sei da quattro anni e devi restarci per altre cinque stagioni, vuol dire che hai lavorato in un certo modo. La Juve è stata coerente, ha detto no la prima volta e dopo quattro anni l'ha ribadito".

C'era anche l'Arsenal sulle sue tracce. "E' stato tra i primi club interessati, diciamo che quell'interesse è andato in prescrizione (ride, ndr). C'erano anche altri club, ma è inutile parlarne ora. Ci sono richieste ma non c'è bisogno di farsi pubblicità".

Barzagli smette e la BBC non esiste più. "Il tempo passa per tutti, è logico che ci sia un rinnovamento. La Juve è brava, ha portato Rugani a Torino a 20-21 anni quando c'era la BBC nel pieno della forza. La Juve ha lavorato in prospettiva, prima di capire davvero la realtà di giocare con delle pressioni importanti serve tempo per l'equilibrio fisico e psicologico dell'atleta".

Si aspetta il rinnovo di Allegri? "Sono situazioni che dovranno risolvere tra di loro. Credo fermamente che resti, anche se ci sono tante voci. Ha ragione Allegri quando dice che stanno anticipando il summit, la Juve ha ridotto il campionato a 30 gare perché i giochi erano già fatti. Invece di vedersi a giugno, si vedono prima della fine della stagione. Credo che troveranno un accordo".

Rugani le ha raccontato dell'eliminazione contro l'Ajax? "Gli olandesi hanno ottimi prospetti, grandi calciatori ma che forse farebbero fatica nei top club in Italia. Lo dico col massimo rispetto, nel ritorno non avevano preso tantissimo campo. Tuttavia, se dopo 40' si prende un gol, dopo l'1-1 s'è persa qualche certezza. La Juve non ha affrontato la gara in discesa, questo è il bello e il brutto del calcio. La settimana scorsa tutti davano l'Ajax in finale, invece ha incassato tre gol in 35 minuti ed è andato a casa contro il Tottenham. Il calcio è fatto così".

La Juve regala sempre grandi colpi. Il ritorno di Pogba è possibile? "Di percentuali non ne faccio, le fa Paratici. Non so cosa faranno ma sicuramente sarà fatto qualcosa di intelligente. Pogba potrebbe essere un affare intelligente".