SEZIONI NOTIZIE

Sabatini: "Mihajlovic ha una parte di ragione, sabato Juve con due giocatori che non fanno parte dei 25 in rosa"

di Redazione TuttoJuve
Vedi letture
Foto

Il giornalista Mediaset Sandro Sabatini è intervenuto ai microfoni di Radio Sportiva:

 

SUL MILAN: Ha perso partite con le grandi, tra cui 2 derby e con la Juve. Con la Lazio era uno scontro diretto, ma il Milan i punti li ha persi per strada. Stadio a Milano? La ragione sta a metà tra quel che rivendica il Sindaco e quel che dicono Inter e Milan.

 

SUL GESTO DI KESSIE E BAKAYOKO: Brutta figura colossale. Fosse stato fatto da 2 bianchi con la maglietta di Bakayoko avremmo parlato di razzismo. E' un paradosso ma ci sta. Acerbi è stato il più intelligente, li ha scusati e si sono riappacificati.

 

SUL VAR E GLI ARBITRI: Il Var non viene più accettato, è continuamente discusso ma è colpa della nostra mentalità, dei tifosi e degli addetti ai lavori. Per il Torino il grande alibi è 'tutta colpa degli arbitri' e del var, ma non è così. Alcune dichiarazioni sono da irresponsabili. Lazio? Che qualche acquisto sia sbagliato è un dato di fatto. La questione arbitri è un teatrino in cui tutti danno la colpa a loro, così i Presidenti si mettono a posto la coscienza. Detto questo, per me il rigore di Rodriguez su Milinkovic c'èra.

 

SU MIHAJLOVIC: Ha una sua parte di ragione perché con la Spal la Juve aveva 9 possibili titolari e 2 giocatori che non fanno parte dei primi 25 in rosa. Erano 2 su 11, ma se si guarda la formazione del Barcellona contro una squadra che lotta per non retrocedere in Liga, non aveva titolari.

 

SUL TORINO: Non ha tante soluzioni offensive, ma sono rimasto impressionato da Mazzarri che abbandona il campo quando c'è la decisione del Var. Ma stiamo scherzando? E' un segnale bruttissimo, di mancanza di rispetto verso il calcio. 

 

SUL CHIEVO: Onore al Chievo che è stato 11 anni in Serie A. Le sentenze vanno rispettate, ma se aveva qualche ragione, Campedelli non è riuscito a spiegarla.

 

SUL NAPOLI: Se esce dall'Europa non si può parlare di fallimento, sarebbe un piccolo passo indietro verso una strada di miglioramento ma avrebbe gli stessi risultati della scorsa stagione. Giovedì farà una grande partita con l'Arsenal.

 

SULL'INTER: Icardi e Perisic? Icardi ha fatto un bel gesto e secondo me l'anno prossimo restano sia Icardi che Spalletti e va via Perisic. Tanti, per primo Marotta, eviterebbero di creare di nuovo il casino Icardi perché non ha giovato a nessuno.


Altre notizie
Domenica 21 Luglio 2019
09:15 Altre notizie La Stampa - Apre il laboratorio Sarri 09:00 Calciomercato Gazzetta - Higuain alla porta 08:45 Altre notizie Pruzzo: "Perchè fare un favore alla Juve?" 08:30 Altre notizie Gazzetta - Parte la giostra 08:15 Calciomercato QS - Juve tesoretto da 300 milioni, Inter, Dzeko vicino 08:05 Primo piano SARRI PRONTO ALLA PRIMA 08:00 Primo piano DE LIGT, LA JUVENTUS HA SCAMPATO UN’INSIDIA 08:00 Altre notizie Gazzetta - La prima formazione di Sarri con la sua Juventus, dentro Mandzukic e Ronaldo 07:45 Altre notizie Marchesi: "Juve ancora davanti a Napoli e Inter" 07:30 Altre notizie Gazzetta - Benvenuti a Sarriland
07:15 Altre notizie Tuttosport - "Macchè Barça, volevo solo la Juve!" 07:05 Calciomercato Massimo Pavan a Radio BiancoNera: “Cancelo non mi sta piacendo, su Higuain...” 07:00 Altre notizie Corsport - Juve divertiamoci 07:00 Altre notizie Oggi ore 13.30 Juventus- Tottenham, in esclusiva su Sportitalia 06:45 Altre notizie Gautieri: "La Juve arriva sempre prima di tutti" 06:30 Altre notizie Bogdani a TMW: "Mi piacciono Conte e Sarri. Icardi lo vedrei bene sia nel Napoli che nella Juve" 01:45 Altre notizie Recoba: "La Juve con i suoi colpi ha messo fretta alle altre" 01:15 Calciomercato TJ - Cancelo, la Juve aspetta sempre l’offerta giusta 01:00 Calciomercato Milinkovic Savic, il prezzo è di 80 milioni 00:56 Il punto SOTTOBOSCO - Bonucci, Higuain, Caldara e l'ultima ossessione Demiral: c'è qualcosa di innaturale nel rapporto Juve-Milan. Un affare allettante e rischioso. Due obiettivi da mollare e due chiavi per Pogba