La Stampa - Una notte da Juve

di Redazione TuttoJuve
Vedi letture
Foto

Su La Stampa si parla di Juventus, un risultato straordinario. Massimiliano Allegri dipinge così la semifinale contesa stasera dall’Ajax, e pazienza se le pressioni addosso alla Juventus pretendono la coppa nel cielo di Madrid. L’ingaggio di Cristiano Ronaldo ha trasformato il sogno in obiettivo, però la Champions è scivolosa per natura, le sfide a eliminazione non ammettono certezze. Il rischio è che non s’apprezzi la certificazione d’appartenere all’elite europea, comunque vista, anche dall’interno, slancio verso un’impresa attesa troppi anni. L’atmosfera è opposta a quella dell'Atletico Madrid: s’intrecciavano, allora, inquietudini e speranze ostinate, stavolta, complice l’uno a uno dell’andata, si respira ottimismo, pur nella consapevolezza di dover dare tutto perché questi, davvero, sono i nipoti di Johan Cruyff. Non è questione di colori o leggende tramandate: Erik ten Hag ha modellato davvero «una squadra di giovani con un gioco da adulti». Vietato abbassare l’attenzione, rischiosissimo abbandonarsi a calcoli, bisognerà mantenere i ritmi e ribattere, aggrappati a CR7 che è garanzia assoluta («Al momento della partita diventa un altro giocatore, si trasforma» dice Allegri) e aggiunge una tradizione favorevolissima con ben 8 gol segnati in carriera agli olandesi. «Siamo tra i giganti anche noi e possiamo competere - osserva il tecnico olandese -: dobbiamo superare un nuovo limite».


Altre notizie