Gazzetta - Dybala a caccia della Joya perduta

di Redazione TuttoJuve
Vedi letture
Foto

Su Gazzetta si parla di Dybala. Il professore se la cava bene anche come motivatore. Per conferma, chiedere a Paulo Dybala, che in questi giorni vissuti in altalena ha trovato conforto nelle lunghe chiacchierate con Andrea Barzagli. Barza, come lo chiama affettuosamente il 10 bianconero, è il compagno che più gli è stato vicino, e a giudicare dal volto finalmente sorridente dell’argentino, ha saputo toccare le corde giuste. La metamorfosi è avvenuta in poche ore e potrebbe aver convinto Massimiliano Allegri a restituire a Dybala quella casacca da titolare che in Champions gli ha dato per l’ultima volta il 20 febbraio a Madrid, nell'andata degli ottavi con l’Atletico. L’idea (non l’unica) che ieri Max ha provato in allenamento, dopo aver invitato i giornalisti a lasciare la Continassa («Su, andate-ha scherzato alla fine del quarto d’ora aperto alla stampa -, sennò non posso provare la tattica») è Paulo falso nove nel tridente, con Cristiano a sinistra e Bernardeschi a destra. Allegri deve aver visto un cambiamento negli occhi di Dybala, non più spenti come a Ferrara, da agnellino timido e inoffensivo, ma aggressivi, come quelli di un leone che aspetta il momento giusto per lasciare senza scampo la preda. Il tecnico vuole solo iene in campo e Dybala ha recepito al volo l’indicazione: ieri è entrato in campo per la rifinitura mimando una scazzottata con Barzagli. Forse era un messaggio per Allegri, un modo per fargli capire che è pronto per mettersi i guantoni e combattere sul ring, prendendo in prestito la faccia feroce del connazionale Carlos Monzon, uno dei più grandi pugili di sempre. La lezione privata di Barzagli riguardava principalmente questo aspetto: Dybala negli ultimi giorni aveva smesso di lottare, Andrea, che per una questione di ruolo, è più uomo da spada che di fioretto, lo ha preso da parte per fargli capire che non era quello l’atteggiamento giusto. Dybala ha vissuto una serata magica in Champions due anni fa, quando nell’andata dei quarti di finale rubò la scena a Messi schiantando il Barcellona con una doppietta. Paulo ha bisogno di una notte simile. Dybala però è carico ed è convinto di giocare: stamattina, nell’ultima sgambata, avrà l’ultima occasione per convincere Allegri. 


Altre notizie