Del Piero a Gazzetta: “Juve-Inter la più grande rivalità che ho vissuto. Per Ronaldo la Juve è l’ideale, su stasera...”

di Redazione TuttoJuve
articolo letto 13600 volte
Foto

Alessandro Del Piero parla a Gazzetta, ecco alcuni passaggi: “Scelgo lo Juve-Inter di San Siro nel febbra­ io 2006: gol su punizione nel finale e debutto dell’esultanza con la linguaccia. L’Inter è solida, l’allenatore conosce la A, la rosa è valida. Ancelotti ha individuato il modo migliore per provare a colmare il gap: toglie alibi ad ambiente e gio­catori e lavora sul piano men­tale oltre che tecnico­-tattico. Ma è chiaro che solo la Juve può perdere lo scudetto. Alla Juve si volta pagina giorno dopo giorno, vittoria dopo vit­toria, e si costruisce il successo seguente. La Juve è l’am­biente ideale per un fuoriclasse con la sua mentalità».

Juve-Inter lei risponde... cosa? «È stata la più grande rivalità che ho vissuto. C’era anche il Milan, ovvia­ mente, ma con Inter la sfida era più intensa per tanti motivi».
Ronaldo? Ogni domenica per me era una sfida virtuale con lui a chi segnava di più, a chi drib­blava di più, a chi faceva più as­sist, a chi lascia­ va maggiormen­te a bocca aperta la gente. 

La sfida di stasera: “Ogni sfida diretta la-scia dentro qualcosa sia se vinci sia se perdi. Di solito torni negli spogliatoi con una consapevolezza in più. Nel gennaio ‘98 noi perdemmo a San Siro con l’Inter 1-0, ma avremmo meritato di vincere e uscimmo dal campo convinti di conquistare lo scudetto. E fu così. Stasera da tripla ma l’1 ha qualche probabilità in più”.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy