Coppola: "Juve società che investe lucidamente senza innamorarsi degli idoli. ADL è sicuro di aver fatto bene a non prendere CR7?"

di Rosa Doro
articolo letto 15957 volte
Foto

Gianfranco Coppola sulle colonne del "Roma" ha parlato della Juventus e dell'operazione Cristiano Ronaldo che ADL ha decantato di aver rifiutato: "L’operazione scudetto vive solo per l’aritmetica: senza essere stupidamente populisti, la Juventus col minimo sindacale si avvia a vincere l’ennesimo scudetto. È una società che investe lucidamente persino senza innamorarsi degli idoli: riavvolgendo il microfilm degli ultimi anni sono partiti Vialli, Bobo Vieri, Zidane, Del Piero, Pogba ma sempre rimpiazzati bene. Ed in proposito viene da chiedere ad AdL: è ancora sicuro di aver fatto bene a mandare per mare Mendes che gli offrì Cristiano Ronaldo? Fu un colpo di sole? De Laurentiis ha fatto girare la notizia tutta l’estate, senza ovviamente che Mendes e men che mai la Juve l’abbiano commentata. AdL è lo stesso che definì Benzema un vecchio. La replica dalla Spagna: aggiungo un altro pazzo alla lista. Per la cronaca, nel Real Madrid finora 10 gol di Benzema più assist. Tornando a CR7, al di là dell’aspetto commerciale, è fenomeno in campo e i numeri tra gol realizzati (18) e assist per i compagni (7) parlano chiaro. La dedica per il gol a Dybala completa il quadro di un superasso diventato leader in un gruppo con gerarchie radicate. AdL è sempre convinto di aver fatto bene a non prenderlo?". 


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy