SEZIONI NOTIZIE

Condò a RBN: "De Ligt acquisto storico per la Juventus, più di CR7"

di Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Foto

Ai microfoni di Radio Bianconera, in vista dell’amichevole Triestina-Juventus, è intervenuto in giornalista de La Gazzetta dello Sport e di Sky Sport Paolo Condò, triestino di nascita: “Il mercato non è ancora concluso e secondo me, mai come quest’anno, il giudizio definitivo potrà essere dato solo il 2 settembre. C’è stata una netta divisione tra il periodo delle cessioni e quello delle acquisizioni. De Ligt secondo me è un acquisto straordinario, quasi storico. Cristiano Ronaldo è arrivato in un periodo particolare della sua carriera. CR7 in quel momento poteva andare solo alla Juventus o al PSG, ma non lo vedevo nel campionato francese. De Ligt invece è un ragazzo giovanissimo, tutte le grandi squadre d’Europa lo volevano. Sarà uno dei 2-3 difensori più forti del prossimo decennio e la Juventus ha battuto la concorrenza di grandi squadre. Lì però sono iniziati i problemi, quei soldi spesi devono rientrare da un’altra parte. L’unico giocatore che può garantire una plusvalenza così grande è Dybala. Anche la cessione di Kean a un certo punto è stata necessaria visto che non si riuscivano a cedere Higuain e Mandzukic. È stata una cessione dolorosa perché Kean poteva essere un giocatore del vivaio per le liste Champions. La Juventus è uno degli otto club top al mondo, questo ti porta ad avere grandi ricavi ma anche un grande monte ingaggi”.

Su Sarri: “I rinnovi di Khedira e Mandzukic dimostrano che fino a un certo punto la Juventus pensava di andare avanti con Allegri, poi dopo la sconfitta con l’Ajax probabilmente hanno cambiato idea. Poi è chiaro che se decidi di cambiare Allegri devi andare su un profilo completamente diverso e quindi Sarri era il profilo ideale. Io conosco bene Guardiola, nel momento in cui ha detto che non sarebbe andato alla Juventus lo pensava davvero. Io penso che prima o poi verrà in Italia e allenerà la squadra più forte d’Italia, quindi la Juventus”.

Altre notizie
Lunedì 13 luglio 2020
07:30 Altre notizie Qs - Inter, notte di esami 07:15 Altre notizie Tuttosport - CRecord 07:00 Altre notizie Gazzetta - Il Milan ringhia sempre. "Il Signor Scudetto", Ronaldo a tutto gol, ma basterà per la Champions? 06:45 Altre notizie Corsport - Europari. Tanto Napoli. Conte si tira su. Mani in area, ci pensa Collina 06:45 Primo piano RIGORE PER LA JUVE E REGOLA DA CAMBIARE
06:30 Calciomercato Tutti su Jadon Sancho 03:40 Primo piano RONALDO HA FATTO SALTARE IL BANCO E “QUALCHE FEGATO” 01:45 Altre notizie Graziani: "Se gioca così in Champions League va a casa presto" 01:30 Altre notizie Massimo Pavan: “Anche un pareggio regolare viene visto con sospetto, indecente...” 01:15 Calciomercato Pogba comincia a parlare del rinnovo 01:00 Altre notizie Ferrara: "Il centrocampo della Juventus non mi fa impazzire" 00:45 Calciomercato Lautaro Martinez, dossier in empasse 00:35 Esclusive TJ SOTTOBOSCO - Mani e rigori, uno scandalo solo quando a beneficiarne è la Juve. L'impotenza dei bianconeri, Sarri arrivato con 10 anni di ritardo. La faccia di Agnelli diceva tutto. Giocatori incompatibili con il "maestro" 00:30 Calciomercato La Juventus insiste per Traoré 00:15 Calciomercato Per Allegri il momento delle decisioni 00:12 Il punto Qui Tuttosport - Xavier Jacobelli: "Assalto a Fort Juve: 8 minuti e 4 secondi 'virali', bianconeri in balia dell'Atalanta. Sarri dice il vero e lancia un messaggio. La Champions si avvicina, la capolista deve accelerare e assimilare..." 00:00 Calciomercato Milik, al momento è braccio di ferro
Domenica 12 luglio 2020
23:45 Altre notizie Solo Ronaldo meglio di Lasagna dopo il lockdown 23:30 Altre notizie Bernardini (Il Messaggero): "Lazio? In tanti sul banco degli imputati, clima agitato. Ora bisogna guardarsi alle spalle" 23:15 Altre notizie Ronaldo e Immobile "storici": in gol come Nyers-Nordahl e Angelillo-Altafini