Brio al Corsport: "Chi vince Juve-Inter? Difficile dirlo. Ma bianconeri ancora squadra da battere"

di Alessandra Stefanelli
articolo letto 3735 volte
Foto

In vista di Juventus-Inter, il Corriere dello Sport ha intervistato Sergio Brio, alla Juve per 12 anni tra il 1978 e il 1990: “Galliani disse che il derby d’Italia era diventato Juve-Milan, per me è sempre stato quello con l’Inter. Dopo Calciopoli la rivalità è diventata a 360 gradi, in campo e fuori. Che partita sarà? Intanto, purtroppo, non potrò essere allo Stadium a vederla. Se potesse riassumerla direi che sarà Higuain-Icardi, credo che Allegri e Spalletti sappiano esattamente cosa valgono, se uno ha fatto giocare Pipita con la mano fasciata e l’altro anche non fa riposare mai Maurito. Dybala? Straordinario, ma deve crescere ancora e crescerà. Stiamo parlando comunque di un campione. Chi vince? Difficile dirlo. Però due cose le dico: che per me la Juve resta ancora la squadra da battere e che Allegri sta tarando definitivamente la difesa, che ha patito l’addio di Bonucci, l’eta di Barzagli e i malanni di Chiellini, e il centrocampo. E l’Inter ...la aspetto proprio sabato per dire se Spalletti sta facendo davvero un capolavoro. Perché per adesso sta già facendo un lavoro straordinario. E cito un interprete su tutti: Perisic, più di Icardi, perché di Icardi tutti sanno tutto. Perisic sembra rinato. Se invece vince la Juve, conferrma quel che penso, che sta tornando regina”.


Altre notizie
Sabato 16 Dicembre
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI