SEZIONI NOTIZIE

Bergomi a TMW Radio: "Playoff? Non corretto che Juve si giochi lo scudetto con chi ha tanti punti di ritardo. Al massimo fino all'Inter"

di Simone Dinoi
Vedi letture
Foto

Giuseppe Bergomi, ex difensore e oggi commentatore sportivo in tv, ha parlato ai microfoni di TMW Radio.

La convince l'idea playoff-playout in Serie A?
"A parte che non si può iniziare con un regolamento e finire con un altro. Io alleno nei settori giovanili, e i playoff quando hai più di 8 punti di svantaggio non li fai. Non è corretto pensare che la Juve debba giocarsi lo Scudetto con chi sta trenta punti dietro, al massimo posso pensare alle prime tre, perché Juventus e Lazio sono lì, mentre l'Inter se vince il recupero è a -6. Io sarei per ripartire e provare a concludere il campionato nella maniera giusta, rispettando tutti i parametri. Davanti abbiamo un esempio come la Germania".

Cosa deve fare Conte per entrare nel cuore dei tifosi? Dove la colloca questa Inter?
"Antonio i cori se li prende già dai tifosi, dalla Nord. E questo già è importante. Nel cuore ci si entra con le vittorie o i comportamenti, e da questo punto di vista ha dato gioco, animo e identità ad una squadra inferiore rispetto a quella del Triplete o all'Inter 1997/98 con Simoni. Lì c'era materiale. Questa invece è in crescita, ma deve ancora migliorare. Da capire cosa farà nel prossimo campionato, oltre a come finirà questo".

Vale la pena compromettere la prossima stagione pur di finire questa?
"Ci sono versioni contrastanti, se ho capito bene non tutte le squadre volevano ripartire. C'era chi voleva smettere e chi invece era pronto. Per motivi di classifica, se c'è la possibilità è giusto finirlo, e lo dico con difficoltà perché sono stato positivo al virus, anche se non sono stato troppo male. Chi ha avuto situazioni particolari ha una sensibilità diversa e non si tiene di conto tante volte della sensibilità dei giocatori. Qualche rischio dobbiamo prendercelo, sono per provare a finire il campionato".

Come sarà la Champions League dopo i campionati, con tutte le diversità del caso (si veda Germania e Francia, ndr)?
"Non essendoci una casistica, è difficile dire cosa potrà accadere e chi sarà avvantaggiato o meno. La Champions però è talmente bella... Pensare poi di poter vedere lo splendore dell'Atalanta mi dice che dovremo godercela come la troveremo, ci sarà da adattarsi".

Cosa condizionerà di più le partite?
"Hanno tempo per mettersi a posto fisicamente, sono professionisti e hanno lavorato già un po' a casa. Penso banalmente ai portieri: non possono gettarsi a terra da un po', ed è un ruolo delicato. Vedendo le partite tedesche senza pubblico, seguirle è davvero difficile: poco ritmo, poca intensità... Chi gioca in casa in teoria ha comunque dei riferimenti e dei piccoli vantaggi, poi ci sono quei calciatori che soffrono il pubblico e la tensione, ne ho visti tanti straordinari in allenamento e poi sofferenti in partita".

Che competitività troveremo nel campionato del domani?
"Nelle crisi arriva il momento in cui si può ripartire. Il mondo italiano spesso è rallentato dalla burocrazia, ma quando vogliamo fare le cose le si fanno, vediamo i tempi per il Ponte Morandi. Determinate riforme sono possibili, e forse questo è il momento in cui si può svoltare, o tentarci".

In Bundesliga qualche paradosso: prima Haaland che esulta a distanza, poi sui corner le trattenute.
"Vero, è incoerente ma accettiamolo. Alla fine vedere quell'esultanza è anche carina da vedere".

Altre notizie
Sabato 30 maggio 2020
13:30 Altre notizie Qs - Tutti contro Cr7, partenza boom 13:15 Altre notizie Il Mattino - Calcio ancora nel caos 13:14 In diretta dalla Continassa LIVE TJ - Allenamento terminato. Lo staff di Sarri si è concentrato sul lavoro atletico. Presenti Nedved e Paratici 13:00 Altre notizie Gazzetta - Milan, momento difficile 12:45 Altre notizie Il Secolo XIX - Si ricomincia dai recuperi
12:30 Calciomercato Corriere di Torino - Da Londra anche due possibili calciatori in scadenza 12:15 Altre notizie Malagò: "Calcio bravo a perseguire nell'obiettivo della ripartenza. Finalmente hanno capito che devono stare dentro i protocolli" 12:00 Calciomercato Inter-PSG, per Icardi si chiude a 53 milioni più bonus 11:45 Altre notizie Lega-Sky, la guerra per i diritti TV non si placa: senza soldi partite oscurate? 11:30 Altre notizie Pierpaolo Marino: "Juve ed Inter hanno espresso dubbi sul calendario, ma nessun litigio" 11:30 Primo piano ESCLUSIVA TJ - Fernando Garcia (Ag. Emerson): "Juve? Nessun contatto, si trova bene al Chelsea. Ma i bianconeri..." 11:15 Juventus U23 La finale di Coppa Italia di Serie C andrà in scena il 28 giugno? 11:00 Altre notizie Corsport - Inter e Milan irritati per la Coppa Italia in 3 giorni: la Juve non si espone 10:45 Altre notizie La Stampa - Mancini: “Vi spiego la nuova serie A” 10:31 Gli eroi bianconeri Gli eroi in bianconero: Thomas HASSLER 10:30 Altre notizie Gazzetta - Chiellini, muro da ricostruire, Pjanic da gestire 10:15 Calciomercato Corriere di Torino - I bianconeri vogliono fare shopping a Londra 10:00 Altre notizie Gazzetta - Pronte le animazioni grafiche in tribuna 09:45 Altre notizie Corriere Bologna - Riecco il calcio. Il 23 (o il 24) il Bologna contro la Juve 09:30 Altre notizie Gazzetta - Inizia la corsa per Juve-Milan