Dimitri Russo (Sindaco di Castel Volturno): "Ci vuole distensione tra juventini e napoletani. Specie da parte di certi giornalisti che aizzano a Napoli"

di Alessandro Vignati
articolo letto 13743 volte
Foto

Il Sindaco di Castel Volturno Dimitri Russo ha voluto denunciare, tramite un messaggio inviato a Napoli Today, un nuovo increscioso fatto. Alcuni tifosi del Napoli avrebbero speronato un pullman di tifosi juventini sulla A1: "Un gruppo di tifosi del Napoli ha speronato sull'autostrada A1 tra Arezzo e Firenze, un autobus di tifosi juventini, tra quali c'erano anche ragazzi di Castel Volturno. Una volta mandato fuori strada, hanno spaccato i vetri con spranghe e catene. Pochi minuti fa un giornalista di una Tv Luna, in diretta, ha detto ad un bimbo di sette anni, in fila allo stadio, di non sedersi a scuola accanto ai bambini tifosi juventini. Permetteva, inoltre, nelle interviste che i tifosi chiamassero 'merda' i tifosi juventini, chiamando Telelupin la tv ufficiale della Juve (Carlo Alvino ndr.). Penso che sia necessario e urgente, da parte di tutti, sopratutto da chi, come noi, ha ruoli di rappresentanza, fare qualcosa per abbassare il livello e riportarlo nella sua natura vera natura: un gioco. Un gioco in cui deve esserci sì rivalità, sfottò, ma sempre con rispetto, civiltà e sportività. Gli imbecilli, tifosi e giornalisti, sono per fortuna pochi e si trovano indistintamente in tutte le tifoserie e in tutte le tv, ma se non si fa qualcosa possono condizionare le masse, soprattutto i bambini. Sarebbe bello ed importante che un segnale di distensione e ridimensionamento parta proprio da Castel Volturno, qui dove c'è il calcio Napoli, qui dove vive un grande campione come Hamsik, che è un modello di esempio per tutti. Pensiamoci".


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI